VILNIUS, LA CAPITALE DELLA LITUANIA: REPUBBLICHE BALTICHE 1.0

Denominata da qualcuno come la Perla del Baltico, Vilnius è una delle tre capitali delle Repubbliche Baltiche.

Una città che lascia libero sfogo al divertimento per persone di ogni età.

Il suo bellissimo centro, completamente in stile barocco, è stato dichiarato patrimonio dell'UNESCO e racchiude in poche centinaia di metri tutto ciò che questa città ha da offrire.

Continua a leggere l'articolo per avere una guida completa e dettagliata di Vilnius in modo da approcciare al meglio con questa città!

VILNIUS: COME ARRIVARE?

Solitamente si affianca la visita di Vilnius a quella delle altre due capitali baltiche, ovvero Riga e Tallinn.

Ho deciso quindi di spiegarti come arrivare a Vilnius in base a quale sarà il tuo paese di partenza.


SE TI TROVI IN ITALIA

L'aeroporto Internazionale di Vilnius è servito direttamente dagli aeroporti italiani di Milano Malpensa, Bergamo Orio al Serio, Venezia Treviso e Roma Ciampino.

Le maggiori compagnie low-cost che coprono questa tratta sono Ryanair e Wizz Air.

I prezzi variano a seconda della stagione, d'inverno sono molto convenienti mentre d'estate tendono ad alzarsi.


Se anche tu, come nel mio caso, hai deciso di visitare tutti e tre i paesi baltici, non dovrai far altro che comprare solo il biglietto di andata per Vilnius (o quello di ritorno, se avessi deciso di atterrare a Tallinn).

Da Milano Malpensa potrai trovare voli in partenza tutti i giorni della settimana, ad eccezione del Venerdì e del Lunedì, lo stesso vale per i voli di ritorno.

Dagli altri aeroporti, le tratte disponibili sono leggermente ridotte, comunque sia, io avevo preso un volo di sola andata da Bergamo Orio al Serio per soli 35€ (incluso il bagaglio a mano, che a quei tempi non si pagava ancora!)

La partenza è stata di Sabato alle ore 10:35 con atterraggio alle ore 13:05 (il ritorno lo avevo poi preso da Tallinn il Giovedì successivo).


Se invece hai deciso di visitare solo Vilnius, quello che ti consiglio, partendo come me da Bergamo Orio al Serio, è di prendere un biglietto di andata di Venerdì alle ore 08:55 con atterraggio alle ore 12:25 e quello di ritorno di Domenica alle ore 16:05 con atterraggio alle ore 17:35.


SE TI TI TROVI IN LETTONIA

Se hai deciso di visitare le Repubbliche Baltiche da nord verso sud e dovrai raggiungere Vilnius dalla Lettonia, presumibilmente dalla capitale Riga, la soluzione più veloce ed economica che ti propongo è l'utilizzo dell'autobus.

La compagnia LuxExpress è quella che io stesso ho utilizzato per i miei spostamenti nei baltici, devo ammettere che mi sono trovato molto bene!

Il prezzo del biglietto si aggira sempre tra i 14 ed i 20€ e la corsa dura 4 ore (da una stazione degli autobus all'altra).

Per tutte le info riguardanti prezzi e orari ti rimando alla loro pagina QUI.

Piccola chicca di questa compagnia sono le bevande illimitate, a bordo infatti troverai un distributore di caffè e simili da cui ricevere la tua dose infinita di caffeina!

VILNIUS: DALL'AEROPORTO AL CENTRO CITTÀ

(Se hai raggiunto Vilnius dalla Lettonia, salta pure questo paragrafo, in caso contrario, continua pure a leggere!)


L'aeroporto internazionale della capitale Lituana è molto vicino al centro città, dista infatti solo 4km.

Le soluzioni più rapide ed economiche per percorrere questa tratta sono l'utilizzo dell'autobus o del treno.


AUTOBUS

La linea 1 e la linea 2 collegano direttamente l'aeroporto con la stazione degli autobus.

La fermata è la stessa per entrambe le linee e si trova subito fuori dal terminal.

Il biglietto si può fare direttamente a bordo al costo di 1€.

La frequenza delle corse, per quanto riguarda la linea 1, è di circa una ogni mezz'ora, mentre per quanto riguarda la linea 2 è di circa una ogni ora.

La durata della corsa, dall'aeroporto al centro città, è più o meno di 20min, comunque sia per tutti gli orari ti rimando alla pagina della linea 1 QUI e alla pagina della linea 2 QUI.


TRENO

Dal 2008 è attiva la linea ferroviaria che collega l'aeroporto di Vilnius alla stazione centrale della capitale.

Questa soluzione ti consentirà di raggiungere il centro della città in soli 9min con un costo del biglietto pari a 0,70€, molto economico e veloce.

La fermata si trova a soli 5min a piedi fuori dal terminal, molto comoda quindi da raggiungere.

VILNIUS: COSA VEDERE?


TORRE DI GEDIMINAS

La Torre di Gediminas, nella lingua locale "Gedimino pilies bokstat", era la torre di guardia di un castello che attualmente non esiste più.

Gediminas fu il primo Granduca di Lituania e governò il paese per 35 anni, dal 1316 al 1341, la costruzione della torre, risale infatti a quegli anni.

Durante l'occupazione russa del 1655-1661, le sue pareti vennero danneggiate.

Il restauro si completò quasi 300 anni dopo, nel 1930, per trasformare l'interno in un museo, così come oggi lo possiamo ammirare.

La bandiera Lituana è stata issata nel 1988, durante l'atto d'indipendenza dalla Unione Sovietica, che fece il suo effetto a partire dall'11 Marzo 1990.

Il biglietto d'ingresso alla Torre di Gediminas costa 5€ e sinceramente, se non sei interessato al museo, te lo sconsiglio, in quanto la stessa vista che avrai dalla cima della torre la potrai apprezzare anche dal piazzale sottostante.


Comunque, a proposito di vista, da qui potrai ammirare tutta la città a 360° e, se sei fortunato, potrai vedere le mongolfiere alzarsi in volo, come è successo a me!


MONUMENTO DELLE TRE CROCI

Il Monumento delle Tre Croci, in lituano "Trys kryžiai", è un monumento che si trova sull'omonima collina delle Tre Croci, esattamente di fronte a quella della Torre di Gediminas (la foto che vedi sopra è stata scattata proprio da lì).

La leggenda che si cela dietro a questo monumento è abbastanza macabra, indipendentemente dal fatto che sia vera o falsa: si narra infatti che su questa collina furono decapitati sette frati francescani.

Le Tre Croci furono inizialmente costruite in legno, nel XVII secolo.

A causa del materiale che, col tempo tende a marcire, dovevano essere sostituite periodicamente.

Per questo, nel 1916, un nuovo monumento, interamente in cemento, fu progettato e costruito da un architetto polacco.

Nel 1950 venne abbattuto per conto delle autorità sovietiche e nel 1989 fu ricostruito definitivamente.

Il monumento era rappresentato sulle banconote da 50 Litas, sostituite dall'Euro a partire dal 2015.


PORTA DELL'AURORA

La Porta dell'Aurora, "Aušros Vartai" nella lingua locale, è l'unica, delle nove porte che consentivano l'ingresso all'interno delle mura cittadine, ad essere rimasta in piedi.

Questa, fu costruita agli inizi del 1500, come parte integrante delle mura di Vilnius, mentre le altre otto furono demolite per ordine del governo verso la fine del 1700.

La Aušros Vartu Gatve è la via che collega la Porta dell'Aurora alla Gediminas Tower, è lunga 1,5km e taglia tutto il centro città. Decisamente la più affollata!

All'interno inoltre, è presente un celebre ritratto della Vergine Maria che si dice essere miracoloso.


CHIESA DI SANT'ANNA

La Chiesa di Sant'Anna (Šv. Onos bažnyčia in lituano) è uno dei più lampanti esempi di architettura gotica in Lituania.

Si trova a nord della città, sulla riva del fiume Vilnia, il suo colore arancione acceso rende davvero impossibile non notarla.

La primissima chiesa in legno fu costruita per volontà di Anna, la Granduchessa di Lituania. Venne distrutta da un incendio nel 1419 e ricostruita quasi ottant'anni dopo per volere del Re di Polonia.

Si dice che Napoleone, durante la Campagna di Russia, vide la chiesa e se ne innamorò perdutamente, affermando di volerla portare con lui a Parigi.


FIUME NERIS

Il fiume Neris è un fiume lungo ben 510km che nasce in Bielorussia.

Camminando lungo la sua riva si possono raggiungere dei bellissimi punti panoramici della città, in particolare quello sulla Torre di Gediminas.

La sera è molto tranquillo ed è super consigliato per farsi una passeggiata in totale relax!


CATTEDRALE DI VILNIUS

La cattedrale metropolitana dei Santi Stanislao e Ladislao, conosciuta comunemente come la Cattedrale di Vilnius, è il principale luogo di culto della città.

È stata costruita verso la fine del 1700 ed è situata nell'omonima piazza, la Piazza della Cattedrale.

La torre del campanile rappresenta un elemento tanto ambiguo quanto particolare, non è del tutto solito infatti, trovare il campanile staccato dalla cattedrale.

È alto circa 60m ed è possibile salire fino in cima, a causa della posizione però, la vista è un tantino deludente.

La piazza, invece, rappresenta un luogo chiave per tutti i cittadini della capitale, qui infatti si svolgono regolarmente la maggior parte degli eventi pubblici tra cui mercati, concerti e spettacoli.

La statua posta al centro rappresenta il Granduca Gediminas con il suo cavallo.


UŽUPIS

Il quartiere di Užupis è senza dubbio la parte più misteriosa della città di Vilnius.

L'ho voluto definire "quartiere" per non andare subito al sodo, ma è più corretto dire che Užupis è a tutti gli effetti una Repubblica Autoproclamata.

Questa Repubblica, nacque storicamente come zona ad alta densità di ebrei, per poi ritrovarsi completamente privata dei suoi abitanti alla fine della seconda guerra mondiale.

Questo fattore contribuì a rendere la zona una sorta di "quartiere degrado", composto per lo più da senza tetto e prostitute.

Il 1990 fu l'anno della rivolta, l'indipendenza della Lituania dall'Unione Sovietica spinse artisti ed intellettuali ad acquistare immobili e a trasferirsi nel quartiere.

In questo modo Užupis riuscì a rifiorire e si riempì in pochissimo tempo di laboratori artistici e gallerie d'arte.

L'1 Aprile 1997, Romas Lileikis, insieme ai residenti della zona, fondò la Repubblica.

Pensa che le cose vennero fatte così in grande che si scelse anche un inno, una bandiera, una costituzione ed un piccolo esercito!


La costituzione è sicuramente la parte più profonda ed interessante, è composta da 41 punti e anche a costo di dilungarmi troppo, ho deciso che meritano di essere citati tutti:


1. Tutti hanno diritto di vivere vicino al fiume Vilnia e il fiume ha diritto di scorrere 2. Tutti hanno il diritto all'acqua calda, al riscaldamento d’inverno e a un tetto

3. Tutti hanno il diritto di morire ma non è un obbligo 4. Tutti hanno il diritto di fare errori 5. Tutti hanno il diritto di essere unici 6. Tutti hanno il diritto di amare 7. Tutti hanno il diritto di non essere amati 8. Tutti hanno il diritto di essere mediocri e sconosciuti 9. Tutti hanno il diritto di oziare 10. Tutti hanno diritto di amare un gatto e prendersi cura di lui 11. Tutti hanno il diritto di badare al cane fino a quando uno dei due muore 12. Il cane ha diritto di essere un cane 13. Il gatto non è obbligato ad amare il suo padrone, ma deve essere di aiuto nei momenti di necessità

14. A volte si ha il diritto di essere inconsapevoli dei propri doveri 15. Tutti hanno il diritto di avere dei dubbi, ma non è obbligatorio 16. Tutti hanno il diritto di essere felici 17. Tutti hanno il diritto di essere infelici 18. Tutti hanno il diritto di stare in silenzio 19. Tutti hanno il diritto di avere fede 20. Nessuno ha il diritto di usare violenza 21. Tutti hanno il diritto di apprezzare la propria scarsa importanza 22. Nessuno ha il diritto di avere un progetto per l’eternità 23. Tutti hanno il diritto di comprendere 24. Tutti hanno il diritto di non capire

25. Tutti hanno il diritto di appartenere a qualunque nazionalità 26. Tutti hanno il diritto di celebrare o non celebrare il proprio compleanno 27. Tutti devono ricordare il proprio nome 28. Tutti hanno il diritto di dividere ciò che posseggono 29. Nessuno può dividere ciò che non possiede 30. Tutti hanno il diritto di avere fratelli, sorelle e parenti 31. Tutti possono essere indipendenti 32. Tutti sono responsabili della propria libertà 33. Tutti devono poter piangere 34. Tutti hanno il diritto di essere fraintesi 35. Nessuno ha il diritto di dichiarare colpevole il prossimo 36. Tutti hanno il diritto all'individualità 37. Tutti hanno il diritto di non avere diritti 38. Tutti hanno il diritto di non avere paura

39. Non deludere 40. Non combattere 41. Non cedere

VILNIUS: DOVE DORMIRE?

Scoprirai che dormire a Vilnius è abbastanza economico, non sarà affatto difficile infatti trovare ostelli per 10€ a notte.

Quello che ti consiglio io, secondo la mia esperienza, è un ostello dal nome un po' buffo. Sto parlando dell'Hostel B&B&B&B&B.

Si trova a circa 1,5km dal centro città (30min a piedi) ed il motivo per cui l'ho scelto, oltre che alle sue recensioni positive, è la vicinanza alla stazione degli autobus, in quanto mi sarei dovuto svegliare presto per prendere l'autobus che mi avrebbe portato in Lettonia (solo 5min a piedi).

Una notte all'Hostel B&B&B&B&B costa circa 11€, il posto è pulito e tenuto bene, inoltre, al piano terra è presente un bar che, durante il weekend, è tutto tranne che vuoto!

Comunque sia ti rimando alla pagina dell'ostello QUI.

VILNIUS: COSA MANGIARE?

Sul gradino più alto del podio degli ingredienti utilizzati nella cucina di Vilnius si trova un tubero: sto parlando della patata.

Sul secondo gradino, invece, troviamo la carne di maiale, due ingredienti che vengono utilizzati nella stragrande maggioranza dei piatti.

I cepelinai, sono il piatto che mette subito in pratica ciò che ho scritto: si tratta infatti di giganteschi gnocchi di patate farciti con carne di maiale.

Tra gli altri piatti a base di patate invece troviamo il kugelis (sformato di patate) e il vadarai (patate lavorate a formare un salsiccione con farcitura a base di intestino di maiale).

Tra le zuppe, la più famosa per il suo colore è sicuramente il saltibarsciai, una zuppa di barbabietole, panna acida e patate bollite.

Tra i piatti di pesce, uno tra i più raccomandati nei ristoranti di Vilnius è il kaimiska kepta menke, baccalà al forno accompagnato da una quantità spropositata di lenticchie, insalata e pomodorini.

Passando ai dolci, gli spurgos (bomboloni ripieni di marmellata), sono delle vere e proprie delizie!

Non dimentichiamoci però della birra, quella lituana è venduta e bevuta sul 90% del territorio nazionale! Tra le più famose troviamo la Utenos, la Kalnapilis, la Svyturys e la Volfas-Engelman.

VALUTAZIONE FINALE

Ci tengo a precisare che ogni valutazione è stata data in base a quella che è stata la mia esperienza di viaggio, non è detto quindi che, al vostro ritorno da Vilnius, sarete d'accordo con i miei voti :)

Costo della vita: si mangia e si beve per davvero pochi Euro, niente male!

Trasporti: ho usato l'autobus solo per il tragitto dall'aeroporto al centro, tuttavia non danno l'aria di essere moderni e la frequenza delle corse è un po' bassa.

Cibo: mi limito a dire che non è il mio genere.

Vita notturna: i lituani sanno sicuramente divertirsi, per le strade della città molti bar, club e locali sempre in festa.

Cose da vedere: non bellissime ma molto interessanti.

Turismo: per il momento il turismo in Lituania non è ancora ai livelli top, ma ci arriverà presto.

Sicurezza: poche forze dell'ordine in giro per la città, ma del resto tutto tranquillo.

Pulizia: il centro è tenuto bene mentre la periferia è abbastanza un disastro.

35 visualizzazioni